Seleziona la sezione di tuo interesse:
INFORMAZIONI SULLA FORNITURA

È necessaria la presenza del proprietario alla firma del contratto di fornitura?

Nella sottoscrizione del contratto non viene richiesta la presenza del proprietario dell’immobile ma la comunicazione del codice fiscale del proprietario da parte del richiedente la fornitura, nella richiesta di fornitura il richiedente dichiara sotto la propria responsabilità che il proprietario dell’immobile a cui è destinata la fornitura ha prestato prima d’ora il proprio assenso a che il cliente stipuli il contratto (questo per il gas) o che l’immobile per cui richiede la fornitura di energia elettrica è nella sua legittima disponibilità.

Inoltre l’art. 5 del D.L. 47/2014 precisa che “chiunque occupi abusivamente  un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge”.

La normativa, contenuta nel D.L. 28 Marzo 2014 n. 47, convertito in Legge 23 maggio 2014, n. 80 , è nata con lo scopo di contrastare gli abusi edilizi e le occupazioni abusive degli immobili. 

I richiedenti servizi di energia elettrica, gas, servizi idrici e della telefonia fissa sono tenuti a consegnare ai soggetti somministranti (trader di vendita) l’idonea documentazione relativa al titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o detenzione dell'unità immobiliare, in originale o copia autentica, o a rilasciare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 DPR n. 445/2000 ed  in conformità a quanto prescritto  dall’ art. 5 comma 1 DL 28 marzo 2014, n. 47, convertito in legge 80/2014.

 

Link modulo

 

scopri le nostre vantaggiose offerte web Aderisci subito